Consiglio per disco esterno di backup

Troppo spesso non si considerano i rischi di un crash elettronico o meccanico dei nostri hard disk. Dentro questi HD abbiamo spesso foto ,video , musiche e/o documenti importanti , unici che se persi non possiamo  piu’ avere.

Pertanto consiglio sempre di salvare i propri dati su cloud esterni o se molto sensibili su hd esterni, chiavette usb  o dvd-r .

Spesso si impone una scelta su quale scegliere.

Io predilico usare HD di buone dimensioni avendo molte cose come video e foto che occupano molto spazio.

HD da me consigliati sono due:

Western Digital My Passport for Mac, Hard Disk Portatile, Pronto per Time Machine e USB Type-C, 1 TB

Leggi tutto “Consiglio per disco esterno di backup”

Consiglio portacellulari per auto

Oggi come oggi usare il cellulare mentre si guida comporta gravi sanzioni per cui ormai sono necessari  i portacellulari per auto.

Inoltre spesso abbiamo come navigatore un App del nostro cellulare per cui averlo in una posizione certa,visibile senza occuparci le mani e’ diventata una cosa obbligatoria.

Ne ho provati personalmente diversi modelli dai classici  supporti con la ventosa tipo 
o piu’ economici 
Hanno molti problemi ma il piu0 grave e ‘ il cedimento della molla che blocca il telefono e la facilita’ a staccarsi se si prendono dossi o se si fanno frenate.

Oggi ho optato per questo modello :

AUKEY Supporto Auto Magnetico a griglia di ventilazione supporto telefono auto universale per iPhone 7/6/5, Samsung Note 8/S8, LG e gli altri smartphone – Nero

in offerta in questi giorni a meno di 10 € e per alcune auto con griglia di ventilazione orizzontale  esiste questo modello:

Elekin Supporto Magnetico per Telefono per Auto, Rotazione a 360 °, Magnete Universale, Supporto per Presa d’Aria, Supporto per Auto Portatile Compatibile…

Costo attuale sui 12 €.

Al momento ritengo i migliori porta cellulari per auto  per rapporto prezzo/qualita’.

Consiglio quali farmaci e apparecchiature mediche da tenere in casa

Per prima cosa bisogna avere o comperare un armadietto da pronto soccorso  da tenere lontano dai bambini in cui mettere i nostri farmaci e le apparecchiature mediche.

All’interno del nostroarmadietto,fatto in modo personalizzato per ogni famiglia in base ai membri e alle patolgie  dei singoli,bisogna  mettere  a mio avviso questi apparecchi.

    1. ) Apparecchio della pessione o sfigmomanometro
Misuratore di Pressione da Braccio, Sfigmomanometro da Braccio Digitale Pressione Arteriosa Misurazione Automatic 2 * 90

Ricordiamoci che sarebbe cosa saggia misurarci la pressione almeno  1-2 volte al mese. Leggi tutto “Consiglio quali farmaci e apparecchiature mediche da tenere in casa”

Consiglio di come fare il gelato in casa

Chi non ne possiede una ,la prima domanda che si pone e’ quale gelatiera deve comperare.

Tralasciando le gelatiere professionali i cui costi non sono certo per tutte le tasche, rimane da fare una scelta in quanto esistono due diversi tipi di gelatiera:

gelatiera ad accumulo
Questo tipo di gelatiera è costituita da due parti principali, il corpo e il motore. Il corpo della macchina infatti deve essere lasciato in freezer e tirato fuori solo al momento della mantecazione; al corpo refrigerante viene attaccato il motore con la pala per la mantecazione. Lo svantaggio principale di questo modello è che non potrete fare più di un gelato al giorno dato che il corpo refrigerante deve essere riportato in temperature in congelatore dopo ogni gelato.
I vantaggi di questo tipo di gelatiera sono principalmente il costo accessibile sui 55 €  a tutti e l’ingombro ridotto (da notare che però occuperà spazio in congelatore).

gelatiera autorefrigerante
Questo tipo di gelatiera si attacca semplicemente alla corrente e raffredda e manteca da sola. Il principale vantaggio di questo tipo di gelatiera è che potete fare diversi gelati nella stessa giornata. Lo svantaggio principale è il costo sui 230 €.

De’Longhi gelatiera con compressore ICK5000 Il Gelataio

Leggi tutto “Consiglio di come fare il gelato in casa”

Consigli per un buon libro di cucina

 

 

Adesso che siamo in estate e ci prepariamo ad una vacanza ,magari al mare o in montagna,comprarsi o farsi regalare un buon libro di cucina potrebbe essere una bella esperienza.

La scelta di un libro ,dipende da molti fattori ma soprattutto da cosa voi vi aspettate da questo libro.

Come sceglierlo ?

Se le nostre capacita’ in cucina sono molto molto ridotte ,  sceglierei un libro di tecnica tipo :

Le basi della cucina. Ricette, tecniche e trucchi che fanno la differenza Copertina flessibile – 15 nov 2018

puo’ essere sia in versione cartacea che formato kindle.

Leggi tutto “Consigli per un buon libro di cucina”

Consigli per tagliare le verdure

Tagliare le verdure se non si dispone di una certa manualità in cucina, può sembrare un’ operazione piuttosto complessa, ma in realtà è molto più semplice di quello che potrebbe sembrare al primo impatto, l’ importante è conoscere la tecnica, avere gli strumenti giusti e fare un po’ di pratica per migliorare sempre più. Il taglio della verdura, soprattutto se non si hanno ospiti a casa o se dobbiamo impiegare le nostre verdure per una ricetta che comunque le “stravolgerà” molto spesso viene affidato al caso, ma se si imparano i tagli più conosciuti ed utilizzati in cucina, dopo verrà spontaneo e naturale adoperarli in ogni occasione. Vediamo allora nel dettaglio come fare:

le tecniche di base
Come tagliare la cipolla per fare un tritto o altro
tagliare una cipolla senza una lacrima

Utensili
Come in ogni settore, anche in quello della cucina molto spesso è “l’ attrezzo a fare il mestiere” come recita un noto adagio, pertanto facilitiamoci il compito procurandoci dei coltelli specifici, con lama a tallone sporgente e che siano soprattutto ben affilati, questo ultimo aspetto è fondamentale paradossalmente anche per la sicurezza, un taglio netto e preciso infatti, vi eviterà di scivolare ed eventualmente ferirvi. Anche il tagliere gioca un ruolo importante, sceglietelo preferibilmente realizzato in polietilene, in modo tale che non assorba gli odori. Infine nella grande distribuzione o nei mercatini è possibile trovare degli utensili ( come il pelapatate ad esempio) che possono rappresentare un valido aiuto soprattutto per i meno esperti.

Il taglio a fette
Se dovete preparare ad esempio delle zucchine o delle melanzane grigliate da consumare tal quali o per preparare una parmigiana, arricchire un’ insalata ecc.. è importante che le fette risultino belle sottili, quindi dovrete, dopo aver lavato ed asciugato con cura il vostro ortaggio, eliminarne le estremità e impugnandolo saldamente, tagliarlo nel senso della lunghezza con un coltello ben affilato e possibilmente con l’ impugnatura antiscivolo.
Il taglio a listarelle
Questo tipo di taglio è particolarmente utile se dovete preparare delle verdure in pastella o cuocerle in un wok. Esso è simile al taglio a fette in quanto anche in questo caso dopo aver lavato ed asciugato la verdura la si taglia sottilmente nel senso dellalunghezza, solo che in questo caso, la si taglierà ulteriormente, andando ad ottenere dei bastoncini spessi circa 5-6 mm.
Il taglio a rondelle
Probabilmente è il più classico dei tagli, esso si utilizza principalmente per le verdure dalla forma cilindrica, come ad esempio le zucchine, ed è perfetto per la cottura in padella e le fritture. Si procede lavando ed asciugando la verdura, la si dispone sul tagliere, poi si eliminano le estremità (la tradizione suggerisce di strofinare queste sulla punta dell’ ortaggio appena tagliato con dei movimenti circolari per eliminare il sapore amarognolo), quindi procedete tagliando di netto la verdura a rondelle il più sottile possibile se dovete friggere o fare una frittatina, non troppo per altri impieghi.
Il taglio alla julienne ( o filangè)
Questo taglio è il più utilizzato quando si tratta di preparare delle ricche insalate, questo infatti permette di ottenere dei fiammiferi molto sottile a base quadrata, lunghi circa 5 cm. e spessi circa 2 mm. Per realizzare questo taglio, procedete lavando ed asciugando le verdure, posizionate un panno umido sul tagliere ed eliminate le estremità utilizzando un coltello adatto con la lama da 20 cm. Affettate seguendo la procedura del taglio a fette, proseguite come per l’ ottenimento delle listarelle, sovrapponete tra loro le listarelle e tagliate ulteriormente.
Il taglio brunoise e Mirepoix
Questo taglio è impiegato principalmente nei fondi di cottura, ma anche per decorare le pietanze o i piatti. Il brunoise è un taglio che permetto l’ ottenimento di piccoli cubetti di verdura che si ottengono partendo dal taglio a listarelle o dal taglio alla julienne e si prosegue ancora tagliando in piccoli cubetti da 2 mm. le striscioline. Se si continua a tagliuzzare finemente è possibile ottenere il taglio Mirepoix, perfetto per i soffritti di verdure.
Il taglio chiffonadeQuesto taglio infine è molto apprezzato dagli amanti delle insalate, esso infatti permette di ottenere dalle foglie larghe dell’ ortaggio, delle striscioline perfette, semplicemente ripiegando in 3 o in 4 la foglia e tagliare nello spessore desiderato, per arricchire le insalate, ma anche per guarnire delle pietanze come le zuppe.

Consigli su come sfilettare il pesce

Per imparare a sfilettare i pesci oltre alla conoscenza tecnica serve la pratica.

Per prima cosa pezza umida sotto un bel tagliere e pinza per lische

tweezers Pinzette – Set di 2 pinze Professionali in Acciaio Inox – Pinza per Pesce – Pinza per Pesce – Pinza per Pesce – Pinza per Pesce – Pinza per Pesce -…

e coltello x sfilettare

 

 

 

 

 

Marttiini, Coltello Superflex, da 30,6 cm + affilacoltelli Lansky Crock, coltello estremamente tagliente e flessibile, per pesce e carne ma ne potete trovare molti qui.                 Fatto questo andate in pescheria e comperate  un pesce con pochi soldi per imparare a sfilettare     pesci affusolati                                                               

pesci piatti

Creati i filetti ora li possiamo cucinare

Consigli per sopportare il caldo

È ufficialmente arrivato il caldo che tutti stavamo invocando già da metà maggio, ma se prima ci lamentavamo del tardivo arrivo dell’estate, oggi la maggior parte della popolazione sembra maledire queste temperature estive salite all’improvviso, sfiorando addirittura i 40 gradi.

A fare i conti con l’afa saranno soprattutto: quelli che svolgono lavori all’aperto, spesso proprio sotto al sole e in orari in cui le temperature raggiungono il picco; chi trascorrerà l’estate tra le mura domestiche, come gli anziani, i bambini e le donne in attesa e ancora chi andrà in ferie tardi ed è costretto a lavorare in ufficio cercando di creare un ambiente di lavoro quanto più fresco e confortevole.

Cosa fare per combattere il caldo?

Alimentazione

Gli alimenti che aiutano a combattere il caldo, fortunatamente, sono anche salutari, ricchi di ogni nutriente necessario per il corretto funzionamento dell’organismo, di acqua e carotenoidi, in alcuni casi, che, oltre a combattere l’afa estiva, proteggono la pelle dai danni che l’esposizione al sole potrebbe provocare.
Appartengono a questa categoria:
– la frutta fresca e le verdure di stagione
– le insalate di pasta e le insalate di riso
– la purea di legumi
– le macedonie
– lo yogurt
– il pesce e le carni magre

Leggi tutto “Consigli per sopportare il caldo”